parrocchia-pollone-diario02-min

La Parola per oggi

«Come ci insegna la Sacra Scrittura, il matrimonio, prima di essere un sacramento, è una grande realtà terrena: “Dio creò l’uomo a sua immagine ; a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li creò”. Bisogna sempre tornare a questa prima pagina della Bibbia, se si vuole capire cos’è, cosa deve essere una coppia, un focolare. (…) La dualità dei sessi è stata voluta da Dio, perché insieme l’uomo e la donna siano immagine di Dio, e come lui fonte di vita: “Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra; soggiogatela” (v. 28). Una lettura attenta dei profeti, dei libri sapienziali e del Nuovo Testamento ci mostra del resto il significato di questa realtà fondamentale e ci insegna a non ridurla al desiderio fisico…, ma a a scoprirvi la complementarietà del valore dell’uomo e della donna, la grandezza e la debolezza dell’amore coniugale, la sua fecondità e l’apertura al mistero del disegno d’amore di Dio. Questo insegnamento conserva oggi tutto il suo valore e ci salvaguarda dalle tentazioni di un erotismo distruttivo. (…) Il cristiano lo sa, l’amore umano è buono alla sua radice e se è stato ferito e deformato dal peccato, come tutto ciò che è nell’uomo, trova in Cristo la sua salvezza e redenzione. (…) Quante coppie hanno trovato nella vita coniugale la via di santità, in questa comunione di vita che è la sola ad essere fondata su un sacramento! Opera dello Spirito Santo, la rigenerazione battesimale fa di noi “una nuova creazione”, chiamati a “condurre anche noi una vita nuova” (cfr Tit 3,5; Gal 6,15; Rom 6,4). In questa grande impresa di rinnovamento di tutte le cose in Cristo, il matrimonio, anche lui purificato e rinnovato, diventa una realtà nuova, un sacramento della Nuova Alleanza. Così, alla soglia del Nuovo Testamento, come all’inizio del Vecchio, si presenta una coppia. Ma, mentre quella di Adamo ed Eva è stata il principio del male che ha invaso il mondo, quella di Giuseppe e Maria è il culmine in cui la santità si spande sulla terra».

San Paolo VI, papa dal 1963 al 1978, Discorso del 04/05/1970 alle Equipes Notre Dame

Leggi le Scritture per oggi

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest