parrocchia-pollone-diario02-min

La Parola per oggi

“Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate”. Le mani e piedi del Risorto mantengono le ferite dei chiodi. Ecco perché i discepoli possono riconoscerlo. Dolorismo? No? Certezza che solo accogliendo le nostre ferite, corporali e spirituali, noi possiamo risorgere. Solo così.

Non possiamo pensare alla resurrezione come ad un colpo di straccio sulla polvere, come al “toppa libera tutti” di quando da bambini giocavamo a nascondino. Quanto era bello che l’ultimo, il più bravo a nascondersi e il più veloce, ci liberasse tutti. No, non è così per il Risorto: certo egli ci libera tutti, ma al prezzo delle sue e delle nostre ferite.

Così anche noi. Nella resurrezione finale ma anche in quelle intermedie, quelle che si giocano nel qui e ora. Come usciremo dal Covid? Dimenticandocene una volta trovati i rimedi? O continuando a ricordarci il male che ha fatto, la morte che ha seminato, le distanze che ha portato e prima ancora le cause che lo hanno prodotto? Credo nel secondo modo. Così risorgeremo, colmando distanze, abbassando barriere, creando strade nuove per una vita diversa, trovando modi di vita possibili per tutti, a partire dai più poveri e da una vita diversa per il pianeta che ci ospita.

“«Nel deserto preparate
la via al Signore,
appianate nella steppa
la strada per il nostro Dio. 
Ogni valle sia colmata,
ogni monte e colle siano abbassati;
il terreno accidentato si trasformi in piano
e quello scosceso in pianura. “ (Is 40, 3-4): come sono vicini Avvento e Pasqua. Perché l’avvento non ci prepara forse alla Pasqua definitiva, che passa per quelle intermedie?

Leggi qui la Parola di oggi.

Guarda qui come si autoisolano i poveri in India

Leggi qui uno studio dell’Alma Mater di Bologna, dell’Università di Bari e della Società Italiana di Medicina Ambientale che correla inquinamento e diffusione di virus

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest